Anno XXXV • n. 1

Gennaio – Giugno 2022

I contenuti di questo numero continuano ad essere numerosi e profondamente connessi alla realtà che i servizi di Salute Mentale stanno affrontando. Nella sezione “In Primo Piano” sono presenti due riflessioni, una dedicata al tema dell’esordio delle patologie psichiatriche, quella condizione clinica e fenomenologica che definiamo “Stato Mentale a Rischio” che rappresenta una sfida sia sul versante nosografico che trattamentale. La seconda a cura di Claudio Mencacci sull’ipotesi di creare un’agenzia nazionale sulla salute mentale che possa riproporre il tema della programmazione e organizzazione dei servizi in una fase di grandissima difficoltà degli stessi in termini di risorse e vocazione.

La Sezione Clinico-Scientifica è come sempre molto ricca di contributi provenienti da diversi Dipartimenti di Salute Mentale Lombardi, vi segnalo con particolare attenzione, il primo articolo che è un documento di Consenso di diverse Società Scientifiche sulla valutazione e gestione del Disturbo Comportamentale in Pronto Soccorso. È espressione di uno sforzo di sintesi tra psichiatri, emergentisti e tossicologi per fornire indicazioni chiare e condivise a tutti su come affrontare questo tipo di condizione.
Sono presenti poi due contributi sui Disturbi da Stress correlati alla guerra in Ucraina, un tema che pareva lontanissimo dai nostri orizzonti ma che la storia ha riportato all’attualità.
Riporto poi la presenza di diverse riflessioni sul tema dell’integrazione degli interventi su popolazioni caratterizzate da specifici livelli di complessità. Conclude infine la sezione una riflessione di Massimo Rabboni collega ed editore della rivista proprio sul senso della cura in psichiatria.

Due Lettere alla Redazione sono state riportate. La prima è un commento di Alberto Giannelli fondatore della rivista sul nuovo testo proposto da Eugenio Borgna in merito al tema del dolore, la seconda è invece una ricerca più storica, condotta da un collega non psichiatra sulla figura e i contributi forniti da Ugo Cerletti uno degli psichiatri italiani più noti e più dimenticati. Conosciuto in tutto il mondo per la realizzazione della terapia Elettroconvulsivante e vittima inevitabile delle divisioni che tale intervento ha creato. Figlio ideale del secolo breve in cui le ideologie hanno finito per avere la meglio sugli elementi della realtà, anche nella nostra disciplina.

Prosegue stabilmente la presenza di Contributi di Altre Società Scientifiche di professionisti che operano nell’ambito della Salute Mentale, in particolare con la Società Italiana di Scienze Infermieristiche in Salute Mentale S.I.S.I.S.M e la AITERP Associazione Italiana Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica e Psicosociale che hanno assicurato importanti contributi anche nel presente numero.

Abbiamo poi introdotto in questo numero, con l’auspicio che possa essere stabilmente rappresentata, una nuova area di approfondimento, una Sezione delle Tecnologie in Psichiatria. Ritengo infatti che, pur se nella nostra disciplina permane limitato l’uso di strumenti tecnologici, si stanno coagulando numerose esperienze che la fase di lockdown durante la pandemia da Covid-19 ha finito per amplificare. I contenuti riportati in questo numero sono il frutto di un simposio dedicato durante l’ultimo congresso SIP-Lo svolto ad aprile di quest’anno a Garbagnate Milanese.

Infine, nella sezione di Psichiatria Forense sono presenti due contributi sulla dibattuta questione delle REMS.

Sono molto orgoglioso di presentarvi anche in questa occasione un volume estremamente ricco di riflessioni diverse che contribuiscono a mantenere la rivista Psichiatria Oggi un luogo ideale di incontro e confronto sulle tematiche della Salute Mentale.

Giancarlo Cerveri
Direttore Psichiatria Oggi

INDICE DEL NUMERO
In primo piano
Stati mentali a rischio: traiettorie diagnostiche e trattamentali
di Cerveri G.
Verso un Agenzia Nazionale per la Salute Mentale
di Mencacci C.
sezione clinico-scientifica
Documento di consenso AcEMC, CNI-SPDC, SIP-Lo, SITOX sulla valutazione e il trattamento del paziente adulto con disturbo comportamentale acuto in Pronto Soccorso
di Paolillo C. ,Lerza R., Casagranda I., Bondi E., Fraticelli C., Cerveri G., Lonati D., Petrolini V., Locatelli C.
Un modello per il trattamento dei disturbi psichiatrici comuni: oltre un decennio di attività dell’ambulatorio per l’ansia e la depressione della Psichiatria Varese
di Caselli I., De Leo A.., Isella C., Montagnoli M., Finotti P., Bellini A., Ielmini M., Callegari C.
Il progetto adolescenza, disagio giovanile, territorio
di Cerati G., Belloni G., Parola L., Violino A., Colombini C.
Applicazione del modello della coalizione comunitaria in un servizio di salute mentale per i giovani: la Coalizione Comunitaria CPS Giovani-Contatto
di D’Avanzo B., Cerri A., Barbera S., Righetti T., Percudani M.
Il conflitto in ucraina come possibile fattore di rischio per riacutizzazione psicotica: un caso di psicosi puerperale in giovane donna di origine ucraina
di Grecchi A., Beraldo S., Cigognini A.C., Maresca G., Miragoli P.
Vivere all’altezza di morte
Note cliniche sulla connessione tra trauma infantile, PTSD legato a traumatismi bellici e sua riattivazione a distanza
di Leali P., Barbieri S., Capra B., Aroasio P.L.
Inclusione territoriale di migranti forzati con disagio psichico. Implementazione di un modello sperimentale di interventi integrati per la diagnosi precoce, abilitazione e riabilitazione.
di Leon E., Miragliotta E., Colmegna F., Clerici M.
Esiti del progetto aMIcittà: budget di salute di comunità
di Morganti C., Porcellana M., Baldan L. Biancorosso C., Canton S. Cerri A., Fontana R., Lanzo F. R., Macchia P. Malchiodi F., Codazzi L., Motto D. Savino C. Vairelli F., Zanobio A., Percudani M.
Ogni cura ha una storia
di Rabboni M.
lettere alla redazione
L’agonia della psichiatria di Eugenio Borgna
di Giannelli A.
Ugo Cerletti nel secolo breve
di Patriarca C.
Contributi di altre società scientifiche
contributo s.i.s.i.s.m. società italiana di scienze infermieristiche in salute mentale
L’assistenza infermieristica all’adolescente con disagio psichico in spdc: validazione di uno strumento d’indagine esplorativa
di Merlini R., Vescovi A.G., Scaburri A. Galbiati G
contributo aiterp associazione italiana tecnici della riabilitazione psichiatrica e psicosociale
Stato dell’arte e storia della professione del Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica
di Fioletti B., Casella N., Scagliarini V.
sezione tecnologia in psichiatria
Nuove tecnologie in psichiatria: tra teoria e pratica
Uno sguardo sul presente e sul prossimo futuro. Le opportunità e i rischi dello sviluppo tecnologico
di D’Agostino A., Migliarese G.
Nuove tecnologie in psichiatria e pratica clinica. Una riflessione critica
di Alamia A.
Telemedicina in Psichiatria: il progetto COD20 (Cure Ospedaliere Domiciliari)
di Palazzo M.C.
La personalizzazione dei trattamenti psicofarmacologici in psichiatria: focus sui test farmacogenetici
di Callegari C., Ielmini M.
Stranger things: un’analisi delle prospettive future in psichiatria
di Olivola M.
sezione psichiatria forense
La paura del salnitro
Storia delle Misure di Sicurezza e caso della signora MM
di Grasso F., Bonizzoni M., Paletta S., Vercesi M.
Le REMS e i problemi di sicurezza
di Mantovani L., Mantovani R.
ARTICOLI DEL NUMERO

Il conflitto in Ucraina come possibile fattore di rischio per riacutizzazione psicotica

Un caso di psicosi puerperale in giovane donna di origine ucraina

di Grecchi A.

Anno XXXV Gennaio – Giugno 2022

Vivere all’altezza di morte

Note cliniche sulla connessione tra trauma infantile, PTSD legato a traumatismi bellici e sua riattivazione a distanza

di Leali P.

Anno XXXV Gennaio – Giugno 2022

Inclusione territoriale di migranti forzati con disagio psichico

Implementazione di un modello sperimentale di interventi integrati per la diagnosi precoce, abilitazione e riabilitazione

Leon E.

Anno XXXV Gennaio – Giugno 2022

Applicazione del modello della coalizione comunitaria in un servizio di salute mentale per i giovani

La Coalizione Comunitaria CPS Giovani-Contatto

di D'Avanzo B.

Anno XXXV Gennaio – Giugno 2022