L’indifferenza: ottavo vizio (o peccato) capitale o disturbo della personalità?

Il significato di oggi di Indifferenza

di Alberto Giannelli

Parola a doppio significato, che vuol dire sia la mancanza di differenza tra due oggetti o due animali (ad es., tra sommario e riassunto, tra colombo e piccione, tra somaro e asino) che l’insensibilità o l’imperturbabilità o la noncuranza di fronte a una scelta esistenziale o a un evento o a una persona con cui, volenti o no, entriamo in rapporto. Naturalmente, qui intendo
parlare di queste ultime. Ci sono molti terreni sui quali l’indifferenza cresce come la gramigna in un campo poco o mal coltivato.

Fa parte del numero

Anno XXXVI • n. 2

Luglio – Dicembre 2023

ALTRI ARTICOLI DELLO STESSO NUMERO

L’elefante nella stanza. Imputabilità e libertà di cura

Riflessioni e analisi

di Mario Ballantini

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

L’indifferenza: ottavo vizio (o peccato) capitale o disturbo della personalità?

Il significato di oggi di Indifferenza

di Alberto Giannelli

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

La salute mentale in Italia oggi: non “solo” un problema di finanziamenti

Problemi di oggi della Salute Mentale in Italia

di Paola Calò

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

Un breve discorso sulla pericolosità sociale e la psichiatria

Riflessioni in ambito forense

di Antonio Amatulli

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023