L’impatto della pandemia da Covid-19 sull’organizzazione del DSM

Il ruolo dell'Infermiere tra decisione, responsabilità, educazione e complessità

di Teresa De Paola, Marilena Staltari, Cesare Giovanni Moro

L’epidemia di SARS-CoV-2 è certamente un evento senza precedenti, almeno negli ultimi cento anni, non solo perché è una delle più gravi minacce per la salute pubblica mondiale mai verificatesi, ma anche a causa della novità assoluta di questa pandemia, che ha messo a dura prova sia la ricerca scientifica, impegnata duramente in una corsa contro il tempo per conoscere le caratteristiche del virus SARS-CoV-2 e trovare mezzi per curare chi ne è stato colpito, sia per i sistemi di salute pubblica, posti di fronte alla sfida della prevenzione dei nuovi contagi e alla diffusione dell’infezione. Sebbene l’attenzione generale sia stata inevitabilmente rivolta alle conseguenze fisiche a breve e lungo termine della malattia e alla sua letalità, con una generalizzata risposta di emergenza dei sistemi sanitari ospedalieri, i quali quasi ovunque, sono stati inizialmente travolti dall’ondata di casi da trattare, lentamente e progressivamente si è presa consapevolezza che la pandemia costituiva una minaccia sostanziale anche per la Salute Mentale. Essa, infatti, ha avuto un impatto significativo sulla Salute Mentale della popolazione generale, ma soprattutto nella popolazione affetta da disturbi psicotici preesistenti. All’interno dei Dipartimenti di
Salute Mentale (DSM) sono state adottate diverse misure e strategie pensate per fronteggiare la fase iniziale e “drammatica” dello sviluppo pandemico e per rispondere agli effetti in acuto della salute psicologica e mentale.

Fa parte del numero

Anno XXXVI • n. 2

Luglio – Dicembre 2023

ALTRI ARTICOLI DELLO STESSO NUMERO

L’impatto della pandemia da Covid-19 sull’organizzazione del DSM

Il ruolo dell'Infermiere tra decisione, responsabilità, educazione e complessità

di Teresa De Paola, Marilena Staltari, Cesare Giovanni Moro

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

La sorveglianza del paziente per evitare autolesioni o il suicidio è doverosa

Riflessioni sui rischi suicidari e la responsabilità medica

di Renato Mantovani

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

Luci e Ombre della Solitudine

Riflessioni e commenti e suggestioni dal mondo della salute mentale

di Giancarlo Cerveri

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023

Stigma e malattia mentale: opinioni ed atteggiamenti all’interno dei servizi di cura

Indagine multicentrica nel territorio lombardo

di Costa A., Camastra M., Zilioli L.

Anno XXXVI • Luglio – Dicembre 2023